Archive for the 'Bellezza' Category

Gli Omega 3 per la salute di pelle e capelli

omega3-bellezza

Gli Omega 3, gli acidi grassi “buoni” essenziali per la salute e il corretto funzionamento di alcuni importanti meccanismi del nostro organismo, che regolano le funzioni cardiache e cerebrali. Non di meno, gli acidi grassi Omega 3, se assunti regolarmente, aiutano a migliorare la salute di pelle e capelli: questo beneficio è stato scoperto osservando il popoli degli Eschimesi, che consuma elevate quantità di pesce, notoriamente ricco di Omega 3. Nella popolazione degli Eschimesi è stata riscontrata difatti, oltre a una minore incidenza di disturbi cardiaci, anche una minore diffusione di problemi legati alla pelle come psoriasi e dermatiti.

Insomma, anche in questo caso possiamo ribadire come l’alimentazione sia importante non solo per la salute interna del nostro organismo, ma anche per l’aspetto esteriore: una dieta bilanciata ed equilibarat difatti influenza positivamente la salute e la bellezza di pelle e capelli.

Il beneficio principale degli Omega 3 per la cute consiste in una migliore idratazione, necessaria per evitare perdite d’acqua che potrebbero causare pelle secca, forfora, psoriasi o dermatiti. Per di più, gli acidi grassi aiutano a migliorare il tono della pelle, rendendo le membrane delle cellule più flessibili ed elastiche.

È stato osservato inoltre che una carenza di acidi grassi può influenzare negativamente la salute dei capelli, indebolendoli, rendendoli più fragili, opachi e inclini a spezzarsi. al contrario una dieta ricca di Omega 3 aiuta a migliorare la salute del capello grazie alle proprietà antinfiammatorie di queste sostanze, ragione per la quale gli integratori di Omega 3 vengono spesso consigliati nei trattamenti contro la caduta dei capelli.

Ma in quali alimenti si trovano gli Omega 3? Tra i più ricchi dei preziosi acidi grassi potete mangiare: pesce azzurro (salmone, tonno, sogliole, sgombro), noci e frutta secca, olio d’oliva, semi di lino, soia e tofu, vegetali a foglia verde, pollo e tacchino.

Prepararsi all’estate: la routine di bellezza per la spiaggia

prepararsi-all-estate

L’estate è ormai alle porte, e la voglia di passare lunghe e rilassanti giornate in al mare inizia a farsi sentire, ma come prepararsi alla prova costume e al primo sole?

Ecco una serie di consigli per prepararsi a trascorrere delle rilassanti e meritate giornate in riva al mare!

Sicuramente la prima buona abitudine da rispettare è quella di preparare la pelle al sole, in modo da evitare fastidiose (e dannose!) scottature. Soprattutto i primi giorni, utilizzate creme solari con filtro di protezione molto alto, per poi passare a prodotti più leggeri una volta abbronzate. In ogni caso, non dimenticatevi mai di utilizzare creme con fattore protettivo quando vi esponete al sole, anche se siete già abbronzate o ancora in città. Ci sono inoltre alcuni alimenti che aiutano a preparare la pelle all’abbronzatura, come le albicocche e le carote, fonte di caroteni che facilitano l’abbronzatura e aiutano la pelle a proteggersi dai danni del sole.

Ricordarsi inoltre che d’estate è sempre meglio non abbondare con il trucco, per evitare di far soffocare la pelle con il calore e strati eccessivi di fondotinta o cipria, ma soprattutto perché la pelle abbronzata è bella anche al naturale!

Se invece temete la prova costume, per arrivare in forma smagliante all’estate non dimenticatevi di seguire un’alimentazione equilibrata, ricca di frutta e verdure per fare il pieno di vitamine, e bere molta acqua. Eliminate i cibi ricchi di grassi e più pesanti, prediligendo invece piatti più bilanciati dal punto di vista calorico, che non appesantiscono e sono più facilmente digeribili anche con il caldo estivo. Da non sottovalutare anche un leggero ma costante esercizio fisico, per mantenersi toniche e sempre in forma: tra ritagliarsi il tempo per una passeggiata di almeno mezz’ora ogni giorno, ad allenamenti di jogging, pilates o yoga c’è solo l’imbarazzo della scelta! Ovviamente queste abitudini andrebbero portate avanti tutto l’anno, per mantenere uno stile di vita sano e attivo.

Un altro importante aspetto da non sottovalutare sono i capelli, che con il caldo, i raggi UV, l’acqua del mare e il vento possono venire danneggiati. Anche per i capelli, al mare vale la regola della protezione: esistono diversi prodotti specifici che aiutano a proteggere la propria chioma dal sole e dalla salsedine. Soprattutto nelle ore più calde, potete inoltre proteggere i capelli e prevenire i colpi di calore riparano la testa con un cappello.

Insomma, non resta che aspettare di scappare dalla città e passare un bel weekend, o un’intera vacanza, in riva al mare!

Sauna finlandese e bagno turco: le differenze e i benefici

È ufficialmente iniziata la bella stagione, e con questa la voglia di rimettersi in forma in vista dell’estate, ma anche di disintossicarsi e rilassarsi dallo stress della routine invernale. E oltre a una sana alimentazione e ad una regolare attività fisica, non c’è nulla di meglio che dedicare un po’ di tempo a se stessi rilassandosi con cure di benessere come la sauna o il bagno turco… terapie di benessere che sfruttano il calore per portare beneficio all’organismo. Ma chi conosce le differenze e i benefici di queste due pratiche?

Innanzi tutto bisogna specificare la diversa origine geografica e culturale delle due pratiche di benessere: la sauna è di origine finlandese, e più in generale dei paesi nordici e con climi freddi, mentre il bagno turco, o hammam è originario dei paesi del mediterraneo.

In ogni caso, le differenze fondamentali consistono nelle modalità di funzionamento dei due trattamenti e dei benefici che ne conseguono:

sauna-finlandese

La sauna è un bagno di calore secco, e viene praticata in un locale rivestito in legno, con panche sulle quali rilassarsi poste a differenti altezze. La temperatura di una sauna può raggiungere fino agli 80°-90°, che si ottengono versando dell’acqua su pietre laviche riscaldate; più ci si accomoda in alto all’interno della cabina, maggiore sarà la temperatura. L’aria all’interno della sauna è molto secca (l’umidità è solitamente inferiore ai 20%) ed è per questo che la permanenza all’interno del locale non dovrebbe superare i 15-20 minuti.

L’elevato calore che si forma all’interno della cabina, provoca una forte sudorazione che consente di eliminare tossine, scorie e grassi superflui eliminando le cellule morte dallo strato suberificale della pelle e induce ad un piacevole rilassamento.

Prima di entrare nel locale, è consigliabile fare una veloce doccia calda per preparare il corpo al trattamento e favorire il rilassamento dei muscoli; al contrario, finito il trattamento, è consigliabile fare una veloce doccia fredda e reintegrare i liquidi persi tramite sudorazione.

I benefici della sauna sono molteplici: rafforza le difese immunitarie e purifica la pelle grazie alla stimolazione della sudorazione, che elimina le tossine nel corpo e disintossica reni e fegato, giova a chi soffre di ipertensione poiché facilita la circolazione sanguigna, rilassa i muscoli dopo l’attività sportiva e ne facilita il recupero grazie al naturale effetto decontratturante. Non di meno, il forte rilassamento che la sauna induce consente di alleviare lo stress e ritrovare le energie.

bagno-turco
Il bagno turco invece, è caratterizzato dalla presenza di vapore e da calore umido al 100% e da una temperatura meno elevata (circa 50°) rispetto alla sauna. Differentemente dalla sauna, che solitamente è rivestita in legno, l’ambiente del bagno turco è ricoperto di mosaici.

Il bagno turco induce la sudorazione poiché la normale traspirazione dell’organismo non evapora poiché il corpo, all’interno di questo ambiente, non può abbassare la propria temperatura. Solitamente vengono immesse delle essenze rilassanti a base di eucalipto, a beneficio delle vie respiratorie. La posizione ideale da prendere durante il bagno turco, è seduta o sdraiati per favorire il rilassamento ed i benefici della pratica.

Il bagno turco è soprattutto indicato per chi deve regolare la pressione o combattere disturbi legati alle vie respiratorie, poiché la pratica favorisce l’espulsione di batteri, depurando l’organismo e fortificando il sistema immunitario.

I benefici dei cosmetici naturali

cosmetici-naturali

Vi è mai capitato di consultare l’INCI, l’etichetta che indica tutti gli ingredienti con cui sono formulati i cosmetici che utilizzate? Come si consultano le etichette dei prodotti alimentari, è buona abitudine controllare anche gli ingredienti all’interno dei prodotti di bellezza. Sono sempre più infatti le donne che, nella scelta dei cosmetici, controllano l’INCI dei prodotti per orientarsi su quelli che prediligono ingredienti di origine naturale.

Come si può riconoscere un cosmetico naturale? I cosmetici naturali sono quei prodotti come creme, detergenti o tonici costituiti principalmente da ingredienti di origine naturale e privi, o con concentrazioni minime, di sostanze di origine petrolchimica e poco eudermici.

I prodotti naturali sono solitamente reperibili in negozi specializzati, erboristerie o sono facilmente riproducibili a casa. Sono note infatti da secoli le proprietà benefiche di alcune sostanze e piante, basti pensare che già nell’antico Egitto Cleopatra era solita fare bagni nutrienti nel latte e miele! Sicuramente il mondo naturale è una fonte insostituibile di materie prime che possono trovare differenti applicazioni in campo cosmetico, previa apposita lavorazione.

Molte donne stanno dimostrando di privilegiare sempre più questo tipo di prodotti, sia per ragioni ecologiche e di sostenibilità ambientale, con un crescente interesse per l’ambiente, sia per minimizzare l’utilizzo di prodotti contenenti troppi siliconi e petrolati. Ad esempio recenti studi hanno dimostrato che i parabeni spesso contenuti nei trucchi tradizionali potrebbero avere effetti negativi sulla pelle, se usati per lunghi periodi.

Generalmente i cosmetici naturali sono realizzati a partire da materie prime vegetali e rinnovabili, che non aggrediscono la pelle e che non intaccano l’ambiente rilasciando sostanze tossiche nell’acqua. Tali cosmetici non contengono infatti olii minerali, siliconi o fragranze, che potrebbero irritare la pelle. Molte donne preferiscono anche preparare in casa i propri prodotti come maschere, shampoo o tonici, con ricette fai-da-te che si basano su ingredienti che si trovano comodamente in cucina o nella maggior parte delle erboristerie.

Tra i maggiori vantaggi dei cosmetici naturali, come primo importantissimo punto il ridotto impatto ambientale degli ingredienti e del packaging dei prodotti stessi. Per quanto riguarda i benefici a livello personale invece, i cosmetici naturali hanno il vantaggio di non contenere sostanze chimiche che potrebbero, a lungo andare, irritare le pelle o causare allergie. Tali prodotti infatti sfruttano i principi attivi delle piante per nutrire in profondità senza aggredire o alterare il normale stato della pelle. Senza dimenticare inoltre, che la maggior parte delle case di cosmetici naturali si oppone ai test sugli animali e produce prodotti non di origine animale adatti anche ai vegani.

Unico svantaggio dei cosmetici naturali, potrebbe consistere nella loro conservazione, poiché questi prodotti non contengono conservanti; ciò nonostante negli ultimi anni le ricerche si sono evolute per trovare soluzioni adatte a conservare più a lungo tali prodotti con ingredienti naturali.

Aloe vera: una fonte di bellezza per pelle e capelli

aloe-vera-bellezza

L’aloe vera è una pianta grassa originaria dell’Africa, ma coltivata in tutto il mondo. Questa pianta vanta una storia e un utilizzo antichissimi: già nella cultura Assiro-babilonese e nell’antico Egitto, l’aloe era utilizzata per scopi terapeutici e di cosmesi femminile.

Il gel di aloe vera viene estratto dalle foglie della pianta, allo stato puro ha un aspetto denso e gelificato. Viene usato moltissimo nell’industria cosmetica; è indicato soprattutto in caso di pelle secca, irritata o infiammata: il gel d’aloe ha infatti un alto potere lenitivo, cicatrizzante e antinfiammatorio e possiede la capacità di rigenerare gli strati più superficiali della pelle, donando effetti rifrescanti e idratanti.

I molteplici utilizzi dell’aloe non si fermano certo qui: in campo cosmetico il gel può essere utilizzato anche contro le punture di insetti, per la pulizia del viso, contro le rughe e per rinforzare i capelli.

Per il viso

L’aloe vera rende la pelle più liscia e luminosa e aiuta a combattere i punti neri. Per fare una maschera veloce, basta unire a del gel d’aloe due cucchiaini di sale e del succo di un limone, mescolare il tutto, applicare l’impacco su viso e collo evitando il contorno occhi, e lasciare agire per dieci minuti. Il gel d’aloe è anche utile per far sparire glia arrossamenti e le scottature: non sottovalutate i suoi benefici dopo una giornata sotto al sole!

Per i capelli

L’aloe dona forza e vigore alla chioma, e alcuni studi sostengono anche che l’aloe vera è utile nei trattamenti contro la perdita dei capelli e favorire la ricrescita di nuovi: utilizzare dell’estratto d’aloe per massaggiare il cuoi capelluto, e lasciare agire l’impacco per almeno mezzora.

Attenzione pero: l’aloe rende la sua massima efficacia se pura, controllare quindi le formulazioni di creme ed altri composti cosmetici, per valutare la quantità di aloe contenuta.

Come ottenere capelli sani e belli in poche mosse

capelli_sani_

Una capigliatura sana e luminosa è solitamente indice di buona salute, oltre a migliorare l’aspetto ed il look. Avere dei capelli sani, morbidi e voluminosi dipende da vari fattori: a partire dal tipo di shampoo e trattamenti utilizzati fino ad arrivare alle abitudini alimentari.

Lavaggio

L’abitudine più importante nella cura dei propri capelli è sicuramente il lavaggio: scegliere i prodotti più adatti alla propria tipologia di capello è il primo step fondamentale per ottenere una chioma sana e fluente. Regolare anche la frequenza dei lavaggi a seconda delle necessità dei propri capelli: 2-3 volte a settimana è il ritmo più consigliato. Se si lavano i capelli tutti i giorni, applicare una sola volta lo shampoo e utilizzare prodotti leggeri per non appesantire il capello.

Applicare maschere e balsami solo sulle estremità della chioma, per evitare di appesantire le radici.

Durante il lavaggio massaggiare accuratamente lo shampoo con i polpastrelli sul cuoio capelluto (soprattutto nel caso di capelli grassi): massaggiare regolarmente stimola le radici e la crescita dei capelli! Prima dell’asciugatura tamponare i capelli bagnati con una salvietta ed evitare temperature eccessivamente elevate con il phon. Limitare anche i brushing eccessivi, l’utilizzo di piastre e arricciacapelli e di dosi eccessive di prodotti per lo styling che potrebbero stressare i capelli. Quando possibile, lasciar asciugare i capelli naturalmente.

Per prevenire le doppie punte, spuntare i capelli ogni 2-3 mesi. Tagliare i capelli con regolarità aiuta a mantenere l’aspetto sano dei capelli ed eliminare le ciocche più rovinate.

Alimentazione

Tuttavia avere capelli belli e fori non dipende solo dallo shampoo: un’alimentazione equilibrata contribuirà a mantenere la propria chioma sana e in forma. La dieta infatti può influire sulla salute dei capelli: ad esempio le diete carenti di ferro possono provocare una caduta maggiore dei capelli, soprattutto durante il cambio di stagione. Importantissime anche le vitamine A, B e C che donano volume e favoriscono i processi di rigenerazione delle cellule della cute. Anche il lievito di birra è un ottimo alleato per i capelli: rinvigorisce le chiome!